Il ritorno della pertosse

RAVENNA 19.11.2015 – Mia è nata il 25 maggio a Ravenna di 38 settimane, una bella bambina di 3.900 kili.

La settima dopo essere stata dimesse, Mia incominciò ad avere un pochino di raffreddore e qualche colpo di tosse catarrale, sembrava il classico colpo d’aria, non avrei mai immaginato l’inferno cui andavamo incontro…

micol.jpg

Col passare dei giorni la piccola continuava a tossire sempre peggio, fino a quel venerdì notte che quel colpo di tosse sembrava non finire più e vedevo mia figlia diventare tutta nera con la bocca aperta e rimanere così in apnea – era il 20 giugno –  Troppi colpi di tosse tutti ravvicinati con un urlo inspiratorio, andammo in ospedale e subito la diagnosi fu di pertosse e da lì il ricovero. (Per le info sulla PERTOSSE clicca QUI)

Siamo state ricoverate per una decina di giorni, vedevi questo piccolo corpicino attaccato ad una macchina per l’ ossigeno e i dottori che continuamente dicevano di fare encefalogramma per vedere se il cervello non aveva subito danni, oppure delle lastre perché questa malattia ti distrugge i polmoni, mi sono anche sentita dire: “Signora vediamo se passa la notte..”

Nessuno può capire quel che abbiamo passato ed ora ne siamo quasi uscite per fortuna anche perché la malattia dura tra i 6 e i 10 mesi comprendendo i primi 15/20 giorni detta fase iniziale con semplice raffreddore e tosse catarrale, segue la fase convulsiva che dura 2 mesi, quella che ti porta al ricovero dove stai 24 ore su 24 accanto a lei, perché appena gli prendono gli attacchi deve essere presa in braccio per farla riprendere , questo quando ti va bene perché quando diventa cianotica solo il signore ti può aiutare – credevo che morisse…quando le prendevano gli eccessi convulsivi di tosse poi si addormentava stremata non reagiva più sembrava come perdesse i sensi; io stavo li, dietro un vetro mentre stava in ossigeno, e il resto del tempo la tenevo stretta a me e attaccata al seno ed infine la convalescenza il periodo più lungo… ma grazie a Dio siamo riuscite a superare tutto.

Alla dimissione Mia aveva perso un kilogrammo era tornata nemmeno al peso di nascita , ma a 3.500kili…

Un miracolo che la mia piccina non ci abbia lasciato..

Ad oggi ha ancora qualche eccesso di tosse meno frequente ma comunque devi sempre starle vicino per aiutarla a prendere aria… sono stata fortunata che suo fratello 5 anni non è stato contagiato, anche perché è vaccinato… invece Mia poverina ha dovuto aspettare fino alla settimana scorsa per poter effettuare la sua prima dose cioè a 6 mesi…

Cosa posso dire ai genitori?

– Che se non vaccinano è perché non hanno paura delle malattia, ma dovrebbero vivere un pizzico di ciò che ho vissuto personalmente assieme alla mia famiglia in questi lunghi 5 mesi per far si che cambino idea , perché io non mettere mai a rischio la vita di mia figlia e vaccinare è un dovere sociale!!! 

Mamma Micol Mario Mancini


 

Per firmare la petizione per la richiesta delle Vaccinazioni Obbligatorie per gli Istituti Scolastici clicca QUI

Per la Pagina di IoVaccino Clicca QUI

One thought on “Il ritorno della pertosse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...