Marco Mengoni: LECOSECHETUHAI..

Chi non lo conosce e non ha mai sentito le sue canzoni o le sta canticchiando in questo momento? E’ lui, Marco Mengoni, il nuovo idolo Pop Italiano! Scopriamolo meglio..

Marco-Mengoni-cover-Le-cose-che-non-ho

Marco nasce a Ronciglione (VT) il 25 dicembre 1988 (Capricorno), proprio nel giorno di Natale. Fin da bambino ama tutti i generi musicali: “Alla tenera ‘altezza’ di 70 cm. comincio ad ascoltare di tutto, dal pop all’r&b, soul, rock ed inizio ad approfondire la mia cultura musicale: scopro il karaoke e comincio a cantare di nascosto, per timidezza. Poi una volta i miei per caso mi ascoltano e si convincono di mandarmi ad una scuola di canto. Da quel momento capisco che la musica non è poi così semplice come pensavo: c’era da imparare molto…. tecniche di respirazione, maschera facciale, scale, vocalizzi di qualsiasi genere, per affinare la voce”.

Inizia a cantare all’età di 14 anni. Mentre studia all’Istituto per il Design, segue anche una scuola di canto dove impara le prime tecniche per la gestione e l’utilizzo dei propri mezzi vocali. Visto il talento di Marco, l’insegnante di canto lo inserisce in un piccolo quintetto vocale con cui si esibisce in serate di piazza e per le festività, facendo cover.
Dopo 2 anni inizia il suo percorso solista con un gruppo di musicisti con il quale suona nei club un po’ del suo repertorio originale e un po’ di cover, continuando quindi la sua gavetta. Da lì a poco, lascia la famiglia per trasferirsi a Roma e si iscrive all’Università nella Facoltà di Lingue, dove fa esperienza come fonico e programmatore, prendendo familiarità con gli studi di registrazione.

Racconta che il suo genere preferito resta il Brit Pop e la sua massima, e amatissima, influenza musicale sono i Beatles: tra le sue canzoni preferite dei Fab 4 ci sono ‘Michelle’ e ‘The Fool on te hill’. Anche se il brano che gli ha cambiato la vita è ‘La luce dell’est’ di Lucio Battisti.
Vincendo la terza edizione del talent show X Factor Marco partecipa di diritto alla Sessantesima Edizione del Festival di Sanremo, nella categoria ‘Artis nel 2010 con il brano Credimi ancora” conquistando il podio con il 3º posto.

Presenza scenica da professionista consumato, lunatico, alcuni lo definiscono “permaloso quasi antipatico”, ha conquistato la stima del pubblico  grazie a interpretazioni di grande spessore.

Ma il suo momento arriva nel 2013 dove con il brano “L’essenziale” (scritto da Roberto Casalino e Francesco De Benedittis e composto dagli ultimi due assieme allo stesso Mengoni) vince la 63ª edizione del Festival.

Il 15 febbraio 2013, durante la serata Sanremo Story, si è esibito nel brano “Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco:

« stasera, dopo 46 anni, è come se Luigi avesse vinto il Festival di Sanremo.»
(Famiglia di Luigi Tenco)

Il 4 dicembre 2015 esce per Sony Music “Le cose che non ho”, realizzato tra Milano e Los Angeles e prodotto da Michele Canova, il nuovo album di Marco Mengoni, undici brani inediti che completano la “playlist in divenire” proseguendo il percorso artistico inaugurato un anno fa con il successo di Guerriero.

marco_mengoni1-350x351

 

“Le cose che non ho” è il titolo che ho scelto per ricordare a tutti, ma prima di tutti a me stesso, quanto sia importante sapersi guardare dentro, imparare a godersi gli attimi della vita, i singoli momenti che compongono una giornata, e – nel mio caso- la fortuna che mi è capitata di fare ogni giorno quello che più mi piace. E’ una delle ballad più importanti del disco e anche per questo ho voluto che fosse la title track dell’album.” 

Uno degli aspetti più evidenti di questo album è proprio la parte degli arrangiamenti vocali curati personalmente da Marco e che già erano presenti in Parole in circolo.

“La voce è uno strumento, come il piano, la chitarra, il basso. L’utilizzo delle “voci” (i cori sono un’altra cosa!) ne Le cose che non ho è quello di un tappeto musicale che traccia in alcuni casi la stessa linea melodica del brano e la arricchisce; come per esempio è stato per Guerriero o come in questo nuovo album è per La nostra estate, dove ci sono tracce di sonorità di canti e strumenti “masai”, o come in Nemmeno un grammo”.

(INTERVISTA A CURA DI RADIO BRUNO)

Prosegue intanto con grande successo la prevendita di #MENGONILIVE2016, il tour prodotto da Live Nation annunciato lo scorso 16 settembre. Marco, scelto da Twitter per inaugurare la celebre Blue Room, aveva infatti annunciato i primi 12 appuntamenti live, ma già oggi a poche settimane di distanza sono già state raddoppiate le date di Milano, Roma e il grande (doppio) finale all’Arena di Verona.

Ecco il calendario completo dei prossimi appuntamenti con #MengoniLive2016:

TORINO – 28 APRILE – PALA ALPITOUR
PADOVA – 30 APRILE – KIOENE ARENA (EX PALAFABRIS)
BOLOGNA – 1 MAGGIO – UNIPOL ARENA
FIRENZE – 3 MAGGIO – MANDELA FORUM
GENOVA – 4 MAGGIO – 105 STADIUM
MILANO – 6 MAGGIO – MEDIOLANUM FORUM
MILANO – 7 MAGGIO – MEDIOLANUM FORUM
PERUGIA – 10 MAGGIO – PALAEVANGELISTI
ROMA – 12 MAGGIO – PALALOTTOMATICA
ROMA – 13 MAGGIO – PALALOTTOMATICA
ACIREALE – 15 MAGGIO – PALASPORT
EBOLI – 17 MAGGIO – PALASELE
LIVORNO – 19 MAGGIO – MODIGLIANI FORUM
VERONA – 21 MAGGIO – ARENA
VERONA – 22 MAGGIO – ARENA


 

Il 4 dicembre 2015 parte da Milano il suo INSTORE TOUR PROMOZIONALE, che incontrerà i fan non solo nel mese di dicembre del 2015 ma anche a gennaio 2016.

sould

Ecco le prossime date Gennaio 2016 da non perdere!!

Venerdì 22/01
Mondadori Megastore – Via Ruggero Settimo, 16 – 90141 – Palermo
Ore 16.30

Sabato 23/01
MediaWorld c/o Centro Commerciale Etnapolis – Contrada Valcorrente, 123 – 95032 – Belpasso (CT)
Ore 17.00

Domenica 24/01
La Feltrinelli – Via Melo, 119 – 70121 – Bari
Ore 16.00


 

IL NOSTRO INCONTRO al GrandEmilia di Modena il 17.06.2016

fan.jpg

La curiosità mi ha spinto ad andare a vederlo da vicino, a sentire se le parole delle sue canzoni combaciavano con una persona altrettanto solare e sensibile.

Il firma copie iniziava alle 17,00 ma dalle 16,00 c’ era già molta confusione, trovare un parcheggio libero è stata un impresa davvero ardua, le persone scendevano a piedi e cercavano di fermare i pochi spazi che si liberavano piazzandosi direttamente dietro chi aveva ultimato la spesa o seguendo chi andava a recuperare la macchina.

Una volta arrivate ci siamo imbattute in una folla immensa ma, sapendo che dovevamo acquistare prima il cd, siamo andate dentro al MediaWorld tra spinte e “scusi per favore dovrei arrivare dall’ altra parte non lo faccio per saltare la fila”. Finalmente riusciamo a prendere il CD di Marco Mengoni e positive ci inseriamo nella lunga fila che si propinava davanti ai nostri occhi.

La cosa che più mi ha colpito, oltre la moltitudine di gente, è stata la diversità di Fan:si andava dalla mamma che portava il proprio figlio/i, l’ adolescente, le nonne con i nipotini e le signore.

mammpa

Perchè lo stile di Marco abbraccia proprio tutti, è riuscito a sfondare il cuore e gli animi delle persone comuni, amanti della semplicità, dei valori come il ritrovare l’ amore nella sofferenza, lo scavare o lo scovare dentro se stessi una parte nascosta che ci porta a trovare, mettere alla luce il nostro “io” più profondo e pertanto ad affrontare i nostri limiti con positività e consapevolezza. Amarezza, speranza, un futuro che forse tarda ad arrivare ma che deve esserci..

fann

E’ riuscito a catturare moltissime anime, le ha imprigionate in un viaggio emozionale, dove la sua voce inconfondibile è la padrona..impossibile non riconoscere il suo timbro, le sue sfumature, il suo calore.

Sì, perchè, anche se in un primo momento quello che sembra evidente è che dietro c’è un ottima organizzazione e un piano marketing molto strategico,(che sicuramente è un ottimo supporto per chi ha delle ottime potenzialità sul piano musicale e deve vendere cd e playlist) Marco Mengoni è in grado di supplire e colmare con il suo talento e la sua naturale predisposizione interagendo face to face con il pubblico e facendolo sentire importante. Nulla da ridire.fannn

Non è mai mancata da parte sua un sorriso, un abbraccio, una pacca sulla spalla, tante fan lo hanno perfino stretto e baciato sulla guancia, i bambini sono stati presi in braccio l’ emozione era palpabile ma il tutto si è susseguito per quasi 4 ore senza cedimenti o atteggiamenti di noia o seccatura:  era palesemente felice di incontrare il suo pubblico, ha perfino accennato un balletto e giocato durante le foto. Se questo non è talento…provateci voi!

Quando c’è questa sintonia è inevitabile che le persone possano solo apprezzarlo e amarlo sempre di più, non c’è nulla di più efficace per un artista che essere  in mezzo al suo pubblico, sentire da vicino chi lo ammira e lo segue..in tanti si dedicano ai concerti ma evitano lunghe file di fan e firma autografi perchè non riescono a sopportare la pressione e l’ euforia e non hanno evidentemente piacere di condividere 1 minuto. Posso solo dire a Marco Mengoni di continuare su questa strada, di trovare sempre nuove soluzioni per interagire e far sentire la sua presenza..tvbmarco

Ecco, il nostro turno dopo 1 ora è arrivato: si sale sul palco uno alla volta o in coppia come si preferisce, il cd è stato aperto e c’è chi prende la copertina per far firmare l’ autografo da Marco. Lui ci accoglie con un sorriso, si avvicina la mia amica, nel frattempo lascio il cellulare ad un addetto sicurity anche se c’ era il fotografo ufficiale. Ma non volevo aspettare questa volta!

Ora tocca a me, mi abbraccia, lo guardo, non mi sembra vero ma sono a mio agio, le canzoni del suo album LECOSECHENONHO rimbombano nel Centro Commerciale: “Le cose che non ho, sono come te, ti assomigliano un pò,sono bellissime..”

miriammarco

E dopo 1 minuto via, un ultimo sguardo indietro e ci rendiamo conto che lasciamo una fila lunghissima che aspetta di conoscere Marco, lui instancabile continua con la sua solarità a parlare, conoscere fan…e questo sino alle 20,30..

Marco, ti ho voluto bene veramente ma per troppo poco tempo..QUELLO CHE TU HAI è tanto, ti sei conquistato giorno dopo giorno i tuoi successi, hai fatto sentire che hai un ottima padronanza della voce, hai un timbro tipicamente soul che può gareggiare con i più grandi artisti italiani. Sei umile, elegante, semplice ed hai una grande forza interiore che trasmetti con i brani. Punta sempre in alto e vedrai che un esercito di Fan ti sosterranno: Ad occhi chiusi! 

Colgo l’ occasione per fare i complimenti a tutto lo Staff organizzativo e congratularmi per l’ ottima iniziativa riguardante l’ incontro riservato ai diversamente abili trenta minuti prima dell’ inizio dell’ evento.

L’ unica cosa: perchè non pensare anche ad un accreditamento Blogger per poter riportare anche noi delle domande da parte dei nostri followers?

Miriam Maurantonio

Le foto pubbliche dell’ Instore GrandEmilia potete trovarle QUI 


ALCUNI MESSAGGI DA PARTE DEL GRUPPO FACEBOOK  ❤ Marco Mengoni ❤

Michela Fini: Marco sei proprio come appari, gentile sorridente disponibile e meraviglioso, il mio primo instore resterà sempre nella mia memoria, le ore di attesa, conoscere persone che condividono la mia stessa adorazione per te, il tuo arrivo, che ha cancellato tutto quello che avrei voluto dirti ma che mi ha permesso di dirti grazie, perchè è questa la cosa più importante che mi sento di dirti: GRAZIE NON CAMBIARE MAI;

Annalisa Bocchio: Carissimo marco complimenti per il tuo essere speciale. Grazie per le emozioni che regali con la tua splendida voce e con le tue mitiche canzoni.

Erika Gonfiotti: Marco…ci ILLUMINI D’IMMENSO. … meravigliosa creatura ..dal cuore nobile..grazie
Roberta Placella: Marco è vita,Amore,Gioia immensa che arriva al cuore e anima pura
Maria Mengoni: Marco sei proprio unico.. I tuoi difetti e pregi ti rendono una cosa perfetta e sono tanto orgogliosa di te e tanto fiera di te che nessuno può immaginare..
Non ti posso dire niente perche non c’è da dire niente non hai sbagliato nulla per il momento.. Sei un amore con noi le tue canzoni sono perfette.. L’unica cosa che ti posso dire è che ti voglio bene e di continuare cosi

Lucina Perucchini: Incommensurabile
Silvia Aguzzi: Penso che x definire Marco non bastano gli aggettivi che esistono nel vocabolario, posso dirti che sei semplicemente fantastico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...