FAMIGLIE OMOSESSUALI E DIRITTI: Cosa pensano le mamme.

23 gennaio 2016 – “UN MILIONE di persone nelle 100 piazze italiane a favore della legge sulle unioni civili”. È la stima dell’Arcigay. “Una giornata storica per questo Paese, una mobilitazione vastissima che si è nutrita del desiderio e dell’entusiasmo di tante e tanti che hanno a cuore il valore dell’uguaglianza”. Così Gabriele Piazzonì, segretario di Arcigay, commenta il risultato della manifestazione #Svegliatitalia che oggi ha riempito quasi cento piazze.”

girls-839809_960_720.jpg

E alla fine l’Italia s’è desta. Migliaia di partecipanti hanno popolato cento piazze, in patria e oltralpe, per sostenere il ddl Cirinnà. Molto si è detto sui giornali, si prospetta la solita guerra delle cifre, ma il dato politico evidente è che nel nostro Paese il tema delle unioni omosessuali non è più il recinto di una minoranza, ma un tema sentito da larghe fasce della popolazione. La manifestazione #svegliatItalia ha dimostrato cos’è una moltitudine solidale.

Nel 2010, è la sentenza della Corte Costituzionale (138/2010) a specificare come per famiglia «deve intendersi ogni forma di comunità, semplice o complessa, idonea a consentire e favorire il libero sviluppo della persona nella vita di relazione, nel contesto di una valorizzazione del modello pluralistico. In tale nozione è da annoverare anche l’unione omosessuale, intesa come stabile convivenza tra due persone dello stesso sesso, cui spetta il diritto fondamentale di vivere liberamente una condizione di coppia, ottenendone – nei tempi, nei modi e nei limiti stabiliti dalla legge – il riconoscimento giuridico con i connessi diritti e doveri».
Le coppie di fatto intanto si sono moltiplicate: l’Istat nel 2011 le dà a quota 90.000.

La posizione della Chiesa. Per la Chiesa: “non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione”. Lo ha detto ieri papa Francesco, aggiungendo che chi vive altre forme di unioni è oggetto della “misericordia” della Chiesa. Posizione ribadita dai vescovi delle 15 diocesi del Nordest. Alle persone che vivono legami affettivi diversi da quello della “famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna”, hanno detto i prelati, vanno riconosciuti “i diritti individuali della persona. Ma altra cosa sono i diritti propri dell’istituto matrimoniale”.

La posizione del premier. Matteo Renzi ha ribadito ieri che la legge sulle unioni civili per il Pd “è irrinviabile”. A proposito della manifestazione, ha commentato.“Dove c’è un popolo c’è sempre da avere un grandissimo rispetto”. “I ministri sono liberi di andare a tutte le manifestazioni che vogliono, non vedo perchè dovremmo essere arrabbiati se uno o più ministri parteciperanno alfamily day o se altri andranno ad altre manifestazioni”. “La legge sulle unioni civili ci vuole, la stragrande maggioranza ha capito che la legge va fatta”. Poi precisa: “Io credo che se non troveremo un punto di equilibrio, bisognerà andare a votare in Parlamento a scrutinio libero con voto di coscienza. Totale rispetto per il Parlamento”.


Nel GRUPPO CONSIGLI DA MAMMA A MAMMA

abbiamo chiesto cosa pensano i genitori e queste sono alcune delle numerose risposte:

Elena Z.: Che sarebbe ora di approvare questa legge, così com’è. In Italia su queste cose siamo al Medioevo!
Monica A.: Io personalmente sono favorevole .conosco più di una famiglia omogenitoriale, e i loro figli sono più normali dei miei. ieri ero a manifestare a Napoli con la mia amica e la sua splendida famiglia (lei e la sua compagna sono insieme da trent’anni….) e cosi Elia, Leandro…. Sono favorevolissima.

Marzia L.: Io sono favorevole purtroppo in Italia siamo indietro anni luce su questa cosa …l’amore Non ha sesso !!!! E l’amore è famiglia sempre !

Floriana P.:Favorevolissima!!!!! Dove c’è amore c’è famiglia!!!!

Naira G.: Io credo fermamente che i bambini abbiano bisogno di amore, di credere nell’amore, imparare i valori e tutto quello che deriva da 2 persone che si amano.

La M.: L’amore è amore punto…favorevolissima!

Mara MNC.: Io ho amici gay e con figli se sono felici io lo sono con loro

Debora P.: Favorevole ….. se c’è amore c’è famiglia

Claudia C.: Sarebbe più che giustissimo!! Io nn vedo davvero cosa ci voglia ad approvare una cosa così semplice! Meglio vedere dei bambini crescere con due madri o due padri piuttosto che in famiglie dove ci sono genitori che nemmeno li vogliono!speriamo che l’Italia si svegli e pure in fretta!!

Elizabeth R.G.: Io ero in piazza a Cuneo. Sono favorevole al matrimonio egualitario e all’adozione, non so alle unioni civili e alla step child adoption.
Maria V.E.: Le coppie omosessuali devono avere la possibilità, come le coppie etero, di poter crescere un figlio. Tanto più che ci sono tanti bambini soli e maltrattati negli orfanotrofi. Poi è ovvio che anche queste coppie dovrebbero fare il percorso medesimo delle coppie etero ed essere sottoposte alle stesse regole.
Gaia M.:Il VALORE per me è solo la serenità e l’amore Tra due PERSONE INDIPENDENTEMENTE DAL SESSO!
Tutto il resto sono solo chiacchiere
Elena C.: Favorevole!
I bambini si crescono con l’amore e vanno educati all’uguaglianza di diritti e doveri, indipendente da sesso, razza, etnia e religione.
Sarà una battaglia dura ma io credo proprio debba essere combattuta.
Luisa C.: Più che favorevole! Credo anch’io che in una famiglia il presupposto fondamentale sia l’amore, indipendentemente dal fatto che i genitori siano etero- o omosessuali.
Emanuela D.M.: Ero in piazza a Bologna ieri e lo sarò sempre per garantire i diritti civili di tutti! Siamo una famiglia “tradizionale” e abbiamo tantissimi amici omosessuali che oggi vedono negati i diritti civili, vorrei che mia figlia crescesse in un paese più attento alle esigenze di tutti, etero, gay, sposati e conviventi, famiglie monigenitoriali e allargate. I bambini vanno tutelati e tutelarli significa anche permettere che abbiano una famiglia amorevole che li possa crescere, idonea affettivamente ed economicamente, al di là di come sia composta. Il vero schifo è che in Italia le mamme in difficoltà hanno poco aiuto e i bambini passano anni negli orfanotrofi prima che qualcuno possa adottarli. Questo non è civile!
Silvia F.: L amore è amore. Punto. Ovunque e comunque è amore. Qs il mio pensiero. L amore è casa. Famiglia. Appoggio. Gentilezza. Fede. Che importa da.dove viene???un papà ed una mamma???due papà???due mamme???è sempre AMORE
Vanessa N.:Io credo che la cosa più triste di tutta questa vicenda sia che nel 2016 ci si debba ancora interrogare se questo sia giusto o meno…

Michela S.: I figli vanno cresciuti nell’amore…e dove c’è amore c’è famiglia…mamma-babbo,mamma-mamma,babbo-babbo poco importa…ci sono tantissime famiglie tradizionale a cui,secondo me,i figli sarebbe mooolto meglio toglierli…due persone che si amano e che fanno un percorso tutto in salita per avere un figlio secondo me hanno da dare infinito amore…molto più di tante coppie etero che mettono al mondo figli senza coscienza.
Valentina M.: Assolutamente favorevole. Poi, non mi pare la “famiglia tradizionale” sia una garanzia. Se io nasco e cresco da un uomo e una donna non è detto che non avrò nessun problema affettivo, di relazione sociale, ecc.
Carmela F.:I miei occhi hanno visto figli di etero soffrire in case famiglie…figli di genitori che se ne sono fregati di loro…ho asciugato quelle lacrime e ascoltato i loro racconti…quindi io mi chiedo perché no??? Perchè gli etero sarebbero meglio??
Pamela G.:Nessun problema, dove c’è amore e rispetto reciproco c’è una famiglia. Io faccio parte di una famiglia non tradizionale (divorziata, una figlia dal primo matrimonio, un figlio dal mio attuale compagno non convivente per motivi di lavoro). Ecco, la legge sulle unioni civili riguarda anche me! #svegliatiitalia
Antonella C.:Io vorrei un paese senza più discriminazioni…in italia non si può neanche parlare di matrimonio egualitario…bisogna chiamarle “unioni civili” e se ti azzardi a paragonarle al cosiddetto “matrimonio vero” qualcuno sviene….non siamo in ritardo siamo proprio nella preistoria….
Monica C.:Favorevole.
Perché non esiste un noi etero e un loro gay. Perché davanti alla legge dobbiamo essere tutti uguali, con gli stessi diritti.
Perché ho un bambino di 3 anni e magari tra 13 si innamorerà di Francesco o Antonio o Luca. E io vorrei solo che lui potesse vivere la sua vita a testa alta senza discriminazioni.
Non pensiamo, come mamme, che succeda sempre nelle altre famiglie. Potrebbe accadere nella nostra e dobbiamo costruire anche questo futuro si nostri figli.
Elena Z.:Senza che vi offendiate, ma quando vi dite contrari all’adozione spero non vi riferiate ai contenuti del ddl in discussione perché l’unica adozione li prevista è quella del figlio del partner. Purtroppo in Italia di adozione per le coppie gay non se ne parla nemmeno. Invece l’affido è già possibile, salvo che, ogni volta che accade, fa scalpore sui giornali.
Elizabeth R.G.: Sull’ omogenitorialita’ ci sono opinioni e fatti. Le opinioni sono tutte ammissibili, ma derivano dalle conoscenze (spesso scarse) e dalle credenze (che hanno varie origini: culturali, religiose, personali….).
I fatti sono dimostrati scientificamente.
Il primo fatto è che i bambini hanno bisogno di avere davanti modelli maschili e modelli femminili. Cosa che oggi giorno è molto più facile che un tempo. Non è necessario che i due modelli siano in casa. Basta un nonno (o una nonna), un allenatore, un’insegnante.
E’ dimostrato che i bambini hanno bisogno di stabilità negli affetti e di coerenza educativa. Ed è scientificamente dimostrato che il genere o il numero dei genitori non influisce su queste caratteristiche. Il figlio di una coppia gay stabile e giustamente affettuosa, o del single, se la caverà meglio del figlio della coppia eterosessuale che vive quotidianamente o saltuariamente dei soprusi del padre nei confronti della madre, o che assiste ai litigi. E questo è stato dimostrato scientificamente in ogni ricerca seria effettuata in tutti quei paesi dove il fenomeno è più radicato nel tempo.
Valentina N.: Io ci trovo tanta ipocrisia in molti di questi commenti. Sono favorevole alla tutela delle unioni civili, sono favorevole al matrimonio tra omosessuali. Posso ancora essere favorevole all’ adozione, perche’ ci sono tanti bambini che hanno bisogno di una famiglia e di amore. Ma sono contraria ad altre pratiche pur di avere figli a tutti i costi, tipo le madri surrogate. Lo trovo abominevole e di sicuro ne scaturirebbe un mercato umano, che in molti posti dove questa pratica e’ legale, esiste gia’. E perche’? Solo x assecondare l egoismo di alcune persone
Monica C.: Nel decreto legge che dovrebbero votare adesso non si parla di adozione!
Usano lo spauracchio dell’adozione per nascondere il loro voto. Loro devono votare uguali diritti e adozione di un figlio già presente nella coppia.
Myriam M.O.: Io non ho nulla in contrario all’ unione civile e nemmeno al riconoscimento dei figli da parte del partner. Mi dispiace però sentire e vedere come per legittimare una cosa si deva delegittimare o addirittura denigrare un altra. Parlando di mariti infedeli, bambini non voluti, padri che vanno a mignotte come se fosse un presupposto di famiglia “tradizionale” ecco questo è penoso. Sembra che per approvare una cosa si deve buttare e relativizzare un altra, questo è un atteggiamento tipico di questo paese. E mi fa pena.
Giovanna M.: Vi prego, dal cuore. Evitiamo discorsi tipo “non è naturale” perché in natura esistono gli animali omosessuali!
E se vogliamo evitare che la medicina aiuti le coppie etero o che aiuti tutti noi torniamo al 1700 in cui si moriva per un’unghia incarnita! Gli animali in natura sono anche omosessuali, anche se non fanno figli. È un dato di fatto, così come esistono animali ermafroditi o che cambiano sesso.
Giusy I.: io sono a favore dell’amore e del rispetto reciproco.. dove ci sono queste basi i figli crescono bene.. si all’adozione dove ce stabilità emotiva è affettiva … si può essere dei bravi genitori a prescindere dalla situazione sentimentale.. come si può essere pessimi genitori in situazioni cosi dette “normali” che tra l’altro ancora non ho capito cosa è il “normale”..
Elisa G.: Secondo me, più che pensare se sia giusto o sbagliato il sì sulle unioni gay, bisogna pensare se è giusto mettete dei paletti alla libertà di scelta… per me è giusto che ognuno ami e si sposi con chi vuole, a prescindere da quello che penso io… non è giusto che non debbano farlo perché a qualcuno da fastidio! Non è democrazia altrimenti! W la libertà di scelta, se questo non fa del male a nessuno.
Giulia G.:  Io spero soltanto che il mio bambino cresca in un mondo come questo che leggo in questa chat..ma so che non sarà così..ci sarà sempre gente che penserà che l’unione di coppie di dello stesso sesso sia malattia..ma noi gli insegneremo che l amore è amore..e l’importante è rispettarsi e volersi bene.
E sono favorevole anche alle famiglie che adottano,non importa se siano gay o no,l importante è dare una casa e amore ad un bambino che non ha avuto la fortuna di avere quello che abbiamo tutti noi.
Giulia G.: Bho sarà…ma se penso al mio bambino a me non interessa se un giorno verrà a casa con una donna uomo cinese o di colore..io SONO UNA MAMMA E SECONDO ME UNA MAMMA DEVE ESSERE FELICE PER LA FELICITÀ DEI PROPRI FIGLI. E QUESTA È LA MIA LEGGE. Detto ciò.Spero che a nessuna di voi che dite sono persone anormali capiti di avere un figlio o una figlia gay. Perché mi sentirei male io nei loro panni a non essere capita dalle uniche due persone che dovrebbero non solo capirmi,ma essere strafelice per la Mia Felicità.
Elisa F.: A me non interessa se sei gay o etere se c’è amore è una famiglia……l’unica cosa che penso è che siamo in un paese troppo chiuso mentalmente. ….non siamo capaci di convivere con persone di diversa religione figuriamoci con i figli di due mamme o due papà. …
Lidia de N.: Io non riesco a leggere tutti i commenti…ma x rispondere a qualcuno dico che i bambini non devono andare incontro a guerre/ abusi/maltrattamenti/povertà/malattie queste sono le cose da evitare, non certo l amore di una famiglia…famiglia è dove c’è amore.
Non ci si innamora di un sesso ma di una persona…famiglia è dove ci si prende cura degli altri…
W la famiglia e chiunque la componga
Mara D.V.: Io sono favorevole… Già nel lontano 1998 durante le ore di “dibattito” a scuola ero per il matrimonio gay e per l’adozione “aperta” a tutti (anche ai single, tipo in America).
Angela C.: Invito chi non lo conosce a guardare questo bellissimo video. Soprattutto, invito chi pretende che la propria idea di ‘famiglia tradizionale’ debba essere imposta agli altri e che a questi altri vorrebbe negare i diritti più ovvi, a chiedersi con sincerità come affronterebbe la realtà di un figlio o di una figlia omosessuali. Perché può accadere, proprio a quel bambino o a quella bambina che, come tutti, adorano e per cui ogni genitore desidera unicamente la felicità.
https://m.youtube.com/watch?v=9O3EOmmVNdc
Nymeria S.: Io mi auguro che tutti quelli che sono contrari, siano sposati regolarmente in chiesa, non abbiano mai fatto sesso al di fuori del matrimonio e siano contro al divorzio, perchè altrimenti qui si guarda la pagliuzza negli occhi degli altri e non la trave che vi ha già colpiti…
Valentina M.: Care mamme sono felice di leggere tante belle parole, ora il nostro compito è crescere adulti di domani rispettosi del prossimo e pro-amore affinché vinca sempre la sostanza e non la forma.
Lara M.: Sono talmente pro che dover ancora discutere di questo nel 2016 mi sembra un paradosso inaccettabile. Mio figlio sa che i bambini possono avere mamma e papà come lui o 2 mamme o 2 papà e non ha mai trovato la cosa sporca o strana. Sa che la famiglia è dove ci si ama.
Lara M.: Io non capisco secondo quale strana regola una persona si debba sentire in diritto e dovere di vietare ad un’altra un diritto tanto basilare quanto fondamentale come quello di realizzarsi formando la propria famiglia. È come se domani io mi alzassi e dicessi che secondo il mio credo le persone con gli occhi verdi non si possono sposare o avere figli. Se tu sei credente e giustamente vuoi vivere seguendo i tuoi dogmi sei liberissimo e hai il mio rispetto, ma non hai nessun e ripeto nessun diritto di imporre cose agli altri. Se proprio è inaccettabile vedere due persone felici che si amano ti girerai dall’altra parte.
Stefania M.: A me la parola famiglia associata ad arcobaleno dà ai nervi comunque. Non riesco proprio a capire perché gli debba affibiare un appellativo per differenziarla dalla famiglia “normale” o “tradizionale”. Inorridisco che una coppia omosessuale con o senza bambino possa non avere gli stessi diritti di una coppia eterosessuale. Fossi il Dio del mondo vieterei le unioni solo alle coppie che non si amano più.
Giovanna S.:Ieri incinta di 39+5 ero in manifestazione!
Emoticon tongue e non vi dico la commozione agli interventi al microfono delle famiglie “invisibili” che x lo stato non esistono… Ci sono già bambini con due mamme o con due papà! Spero tanto che presto avranno tutte le tutele… Mi vergogno per come vengono trattati nel mio Paese.
Claudia G. N. V.:io dovevo andare con mia mamma e i bimbi, ma alla fine mia madre non ha potuto e da sola con due bimbi ho rinunciato, peccato!! per queste cose importanti vale la pena darsi da fare, l’amore è amore e la famiglia è famiglia, non importa quanti papà o quante mamme! Chiedetelo ai bambini degli orfanotrofi che non ne hanno nessuno che cos’è famiglia!!Speriamo che l’italia si svegli presto ed entri a far parte di quei paesi civilizzati che riconoscono la famiglia dove c’è amore, con tutti i suoi diritti e privilegi!
Nicole P.M.:Io credo che un bambino abbia bisogno di amore e che poco importa se sia dato da una mamma e un papà oppure da due mamme o da due papà… Il problema è l’ignoranza della gente che fa sì che questi bimbi siano soggetti a prese in giro senza pensare che è meglio crescere con genitori gay piuttosto che in una famiglia dove si fa finta di volersi bene per apparenza o per convenienza economica.
Vanessa N.:E comunque come al solito in Italia siamo bigotti fino in fondo…perché le famiglie (con figli) omosessuali esistono…ed è tutto alla luce del sole! Ma no…non legalizziamole perché “fa brutto”…
Come la prostituzione del resto…c è e preferiamo non regolamentarla perché è meglio far finta che non esista…
Chissà cosa penseranno i benpensanti quando si troveranno a scuola una bimba con due mamme? Cambieranno classe urlando di metterla al rogo?!?
Mah…sempre più basita..
Corinna V.:30 anni fa, chi come me aveva una sorellastra, genitori non sposati e non era battezzata era considera UN CASO…
Oggi i bambini con genitori separati che magari si sono riffatti entrambi una vita, sono 1/3… Forse fra altri 30 anni, avere 2 mamme o 2 papà sarà considerata cosa normale, SPERO…!!
Claudia S.: Io credo che il compito della nostra generazione sia di preparare la nuova al cambiamento. Noi abbiamo il dovere di educare i nostri figli al rispetto della cosiddetta “diversità” affinchè diventi NORMALITÀ
Roberta R.:  Buongiorno a tutti! Vi leggo spesso ma non ho mai scritto…

Sono una donna che ama una donna e insieme aspettiamo una bambina. Siamo una famiglia omogenitoriale.

Scrivo per dire la mia, senza polemica… Anche se trovo ASSURDO dover spiegare la mia famiglia e ancora piú assurdo che in democrazia una certa categoria di persone debba DISCUTERE E DECIDERE dei diritti di qualcun altro.

Il ddl cirinná NON parla di adozioni in senso generale ma solo della possibilitá di adottare il figlio biologico del partner. Significa che quando sará nata la bambina, che stiamo aspettando e che abbiamo tanto voluto esattamente come molti di voi i vs figli, io potrò adottarla.
Sia chiaro, per noi é giá un grosso compromesso perché si tratta di fatto dell’adottare MIA figlia attraversando tra l’altro un iter lungo e farraginoso fatto di giudici e assistenti sociali!
Questa bambina non esisterebbe senza il nostro amore e senza il nostro progetto comune.

E’ nostra figlia.

Siamo gay ma non siamo sterili!
I ns figli esistono, non ci dovete autorizzare a metterli al mondo: in italia i bambini in famiglie omogenitoriali sono oltre 100.000!!!

E Visto che i delatori si nascondono tanto dietro il presunto benessere di questi bambini, dei nostri figli, bhe sarebbe ora che anche loro abbiano gli stessi diritti delle famiglie eterosessuali.

VOGLIO AVERE DOVERI VERSO MIA FIGLIA: voglio dover prendermi cura di lei, voglio che se a me succedesse qualcosa lei abbia diritto di accedere al mio patrimonio, voglio avere il dovere di occuparmi di lei anche se l’amore tra le sue mamme dovesse finire, voglio poter andare a prenderla a scuola, accompagnarla dal pediatra, firmare le autorizzazioni sanitarie senza aver bisogno di una delega.
Se alla mia compagna succedesse qualcosa io non avrei nessun diritto né dovere verso di lei che finirebbe nelle maglie dell’affido ai parenti fino al sesto grado.

La mia é famiglia e per rispettare il principio di uguaglianza sostanziale deve godere degli stessi diritti delle altre.

E se domani qualcuno decidesse che le persone bionde sono meno capaci delle altre ad essere genitori?
Si, perché essere gay non é una scelta ma una caratteristica NATURALE dell’essere umano, esattamente come il colore dei capelli.

Sulla capacitá genitoriale poi ci sono 40 ANNI di studi che dimostrano la sostanziale equiparazione delle ns famiglie alle altre.

Mi scuso per la lunghezza del commento… Ma é difficile riassumere la propria vita, l’amore, i figli, i diritti in quattro righe…
E’ difficile quando soprattutto c’é chi pensa di avere il diritto di negare ad altri quei diritti di cui gode.

Elisa T.: Perché no???una coppia può essere uomo-donna uomo-uomo e donna-donna se e’ un bravo genitore io non vedo il problema…non credo che un bambino figlio di coppie gay cresca con dei problemi,purtroppo sarà la gente che gli e li farà avere!i pregiudizi ci saranno sempre!!quello e’ figlio di fr…i o se no quello ha i genitori separati o quello ha i genitori che manco non sono sposati,io ne conosco di persone gay,e vi assicuro che sapranno dare amore al bambino…scusate il papiro ma io darei i figli anche ai single de uno e’ bravo dove sta il problema???un figlio e’ la cosa più bella che ti possa capitare perché non dare a loro quest’opportunità???
Minako F.A.F.: Che vi piaccia o no, è una realtà che da anni continuiamo ad ignorare, ci sono coppie con figli naturali( di uno o l’altro genitore) che vivono in tutte le parti del mondo, solo che visto che quelli “diversi” noi proprio non li vogliamo vedere, non vogliamo dare dei diritti a quei bambini e a quei genitori.
ESISTONO GIÀ, e vivono delle realtà quotidiane come voi.uguali, anche se quando vanno a letto sono con una persona dello stesso sesso.
Valentina G.: Un milione di persone hanno manifestato per approvare questa legge…forse un altro milione di persone manifesteranno per il family day…ma in Italia siamo 60milioni…che idea a hanno tutti gli altri??? Facciamo un referendum e il popolo dirà la sua definitivamente… un paese democratico si esprime così. Queste sono decisioni che cambiano e per sempre il volto di un paese… anche il parlamento e’ spaccato e questo è indicativo su quanto il paese è confuso forse o radicato sui propri preconcetti o semplicemente pronto per adeguarsi ai tempi moderni…ma come si fa per capirli? Non credo che una manifestazione o un’altra possa dare una risposta definitiva..
Serena N.: PREMESSO CHE:
NON sono omofoba e ho molti amici omosessuali che stimo perché sono delle persone integerrime.
– penso che sia assolutamente giusto che chi si ama possa farlo alla luce del sole senza venire additato come eretico, siano essi uomo e donna, donna e donna, uomo e uomo…e per questo è giusto e sacrosanto diritto tutelarsi nella forma che uno meglio crede.
-sono favorevole alla fecondazione assistita o inseminazione artificiale .
PERÒ non dobbiamo sottovalutare alcune cose fondamentali:
La vita, in natura, da qualsiasi prospettiva la si guardi viene generata da un maschio e una femmina… Siano piante, animali, esseri umani.
E DI QUESTO BISOGNA TENERNE CONTO.
La famiglia tradizionale, chiamiamola come la chiamano loro , si ha con un uomo e una donna che decidono di procreare, sia in maniera naturale, che con l’aiuto della medicina, che con l’adozione….credo che per andare avanti…bisogna FERMARSI, e fare qualche passo indietro, fermarsi e pensare… Stiamo esagerando un pochino con tutto questo parlare di diritti! Non si possono fare scelte egoistiche solo perché ricerchiamo la normalità assoluta ( normalità intesa come vita)…. Le nostre scelte di vita finiranno volenti o no per condizionare quelle dei nostri figli… Secondo me, se la TUA scelta, il TUO essere dice NO , non lo puoi fare ,Allora devi cercare di vivere la tua vita al meglio, essendo orgoglioso della brava persona che sei, tutelando i tuoi diritti di coppia , essere libero di vivere senza essere additato e combattere per questo…. Ma i bambini NON DEVONO ESSERE UNO STRUMENTO PER LA LIBERTÀ DI ESSERE. …. Ora, molti mi diranno, meglio con una coppia omosessuale che in un istituto….. Io dico…. Meglio un istituto che funzioni DAVVERO e favorisca le adozioni, in un lasso di tempo breve, senza cercare di allungare i tempi solo perché più bambini vi risiedono è più sovvenzioni hanno, QUESTO È IL PROGRESSO.
Molti mi diranno, e allora tutti i genitori che uccidono i figli? Vero! Allora cerchiamo di fare giustizia SUBITO E DAVVERO! E che sua da monito! Le mele marce ci sono e ci saranno sempre! Ma quante ce ne sono di brave persone che aspettano di venire convocati per un adozione e devono sottostare a incontro con psicologi e domande imbarazzanti …. Fecondazione assistita e inseminazione, abbattere i costi! I tempi! QUESTO È IL PROGRESSO… Non ho paura di scrivere il mio pensiero perché confrontandomi con i miei amici omosessuali ho constatato che , la stragrande parte a pensa come me! UN BAMBINO DI OGGI È UN UOMO DEL FUTURO! Non uno strumento per il raggiungimento di un obbiettivo! INSEGNAMO ai nostri figli a rispettare l’amore in tutte le sue forme! E forse questi uomini del futuro rimedieranno a tutti gli errori e i pregiudizi degli uomini del passato.
Gessica V.:Io sono contraria,non si sta mettendo in dubbio l’amore che un etero o un gay è capace di dare…..Ma si sta mettendo in discussione il valore della famiglia composta da padre e madre……secondo me il concetto di “libertà” sta scavalcando i valori.
Marina T.: Per me la famiglia è fatta da un uomo e da una donna. Per le adozioni prima le coppie etero poi vediamo. Tanti sono i bimbi negli orfanotrofi italiani, perché andare all’estero? La legislazione. Italiana in questo è molto carente. Sono favorevole solo al matrimonio civile tra gay … E mi riesce difficile accettare anche questo, ma i diritti civili non si negano a nessuno.
Mara P.: Sì al matrimonio, perché è giusto che abbiano diritti e doveri di una coppia etero… no alle adozioni, perché un bambino ha diritto di avere sia una figura maschile che una femminile… soprattutto non riesco ad immaginare una bambina cresciuta con due uomini! Scusate, ma questa è la mia opinione!
Valeria L.M.: Contraria …!! Non mi interessa se uno è etero o gay…uno sta con chi vuole …ma che questo legame sia paragonato alla famiglia tradizionale no,assolutamente no! Ma non solo per motivi politici eh ma ma anche per idee religiose…matrimonio tra uomo e donna e figli con padre e madre !!
Mara P.: Se la natura non permette loro di avere figli un motivo ci sarà! – risposta :”Vanessa N.: Scusami ma tu hai detto se la natura non permette di aver figli…a me la natura non me l’ ha permesso ma la scienza si…
Siamo tutti bravi a parlare di natura quando siamo sani e fecondi…
Come l’ ha permesso a me non vedo perché non permetterlo a una donna che ama un altra donna!”
Ilenia G.: Favorevole alle unioni perché é giusto che siano regolamentate così come le convivenze etero ma contraria per quello che riguarda adozioni….ma non perché io sostenga che i genitori debbano essere uomo e donna ma perché ho conosciuto tanti gay figli di coppie gay che lamentavano la troppa promiscuità in casa e la mancanza di ruolo…..ho lavorato con due ragazzi di 18 anni che avevano visto prima la madre in casa con il padre poi la madre su era messa insieme a un altra donna e loro erano piuttosto sofferenti…..quindi non si può sentire andatelo a dire a due ragazzi confusi…..quindi per me non grazie alle adozioni. E vi dirò di più uno di questi due ragazzi mi disse che per lui baciare una donna o un uomo indifferentemente era uguale tanto sua madre lo faceva sempre….se non é confusione questa….
Marika L.: Contraria all’adozione.. Si prendono sempre come esempio “casi estremi” di famiglie “non famiglie”, e mi permetto di dire che per fortuna non tutti sono cosi, di genitori che alla fin fine genitori non sono e diamo per scontato che le coppie omosessuali siano la soluzione migliore.. Chi l’ha detto che anche queste coppie prima o poi non si affianchino a quelle “tradizionali”? Io cerco di mettermi nei panni del bambino e sicuramente sarei molto ma molto confusa dall’avere 2padri o 2madri.. 
Lulli D.:  È vero, non decidi di chi innamorarti…
Ma Dio ha creato l’uomo e la donna li ha congiunti per dare frutto!
La natura di uomo e donna può creare figli, e non uomo uomo, donna donna!
Quindi appoggio le unioni, ma non condivido tutti i mezzi dell’uomo che con profonda innaturalezza, cercano di creare una vita dove ciò non è possibile!
Mara P.: Ed allora vestiamo a carnevale i nostri figli maschi da principesse e le femmine da sceriffo… visto che il normale non esiste!
Leonora C.: Bene.. Io sono retrograda non mi piace che qst legge passi,non è corretto che due uomini/donne che adottano dei bimbi.. Non mi piacciono i gay che si baciano in una pubblica piazza hanno solo voglia di farsi vedere,non mi dà fastidio che due uomini o donne stanno insieme non me ne frega in realtà ma i bambini non ci devono andare di mezzo..
LuNa D.: Purtroppo si “sposta” subito il problema! Non deve essere …”siccome i bambini soffrono in alcune famiglie tradizionali… Permettiamo l’adozione a famiglie omosessuali”… I bambini hanno il diritto di essere amati e di aver tutte le possibilità di questo mondo… E di crescere nella serenità… Però purtroppo da che mondo e mondo non sarà mai del tutto cosi… Ci sarà sempre uno (e purtroppo moooolti di più casi in cui non sarà così…) il reale dibattito è se sia “eticamente giusto” consentire ciò! Un bambino senza genitori… Può anche essere affidato a zii… Nonni… Etc… Ma il fatto che abbia due mamme o due papà… Penso (per mio modesto parere) che socialmente parlando … Non siano ancora maturi i tempi… E che vuoi o non vuoi… Nell’infanzia subirebbe discriminazioni o momenti difficili… E al momento non lo trovo giusto per il bimbo…
Martina L.: non mi sento ancora pronta a concepire questo tipo di famiglia….se uno dei miei figli lo fosse sarei un po dispiaciuta ….ma probabilmente per il suo bene lo accetterei e accoglierei lo stesso.
Michela K.: Non condivido,sono per la famiglia tradizionale..
Brigitta B.: Pensiamo al benessere di gay, eterosessuale ecc. Ma nessuno pensa ai bambini. Nessuno pensa come sarà quel bambino quando sarà adolescente e non capira più le differenze, per un adolescente la vita ancora da scoprire e capire. Nessuno fa dibattiti per aiutare a crescere meglio i bambini abbandonati, bambini con problemi. Chi se ne frega di loro facciano contenti solo i adulti. A me questo fa rabbia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...