Partorire negli anni ’70, il racconto di mamma Norma.

Partorire in un ospedale pubblico negli anni 70

NORMA.jpg
Ero l’unica in sala travaglio alle 19,30 di sera – Nessuno poteva entrare – Il personale , in esubero, in una serata tranquilla parlava tra di loro e ti ignorava.

Nessuno a chiederti una nota personale.

Ero insegnante , al mio primo parto. Volevano sbrigarsi non volevano tirar tardi la notte . Inutile il corso preparto se poi la contrazione diventa unica, senza interruzioni e dolorosissima.

In sala parto nonostante la dilatazione, la testa non passava , spinte su spinte , poi l’arrivo del dottore ( che nemmeno ti saluta ) , la ventosa e un’ostetrica , montando su una sedia , col ginocchio sul mio stomaco e pluf … esce .Una femminuccia di 3,200kg . Niente ecografia di quei tempi .

Erano le 11,30 dell’8 marzo. Non ricordo se me l’abbiano mostrata . So che la portavano via per controllarla e lavarla e poi …. la portavano in camera della mamma 24 ore dopo !

Ero in camera a due letti, pagante.

In quelle ore li tenevano al nido , con la culla leggermente rialzata ai piedi per far affluire sangue alla testa. Sono scesa il giorno dopo per vederla da dietro il vetro , una culletta in penombra .

Ho rivisto mia figlia la sera dopo e l’ho attaccata al seno per la prima volta .

Due giorni dopo mi sono esplose emorroidi come prugne e nessuno mi è venuto ad assistere ( non era il loro campo ) tanto che la sera non sono stata in grado di allattarla e l’indomani mattina ho telefonato a casa per chiedere AIUTO !

Un amico di famiglia , chirurgo , venne a mettermi un tampone e a farmi rinascere ….
25 giorni dopo non avevo più latte , ma con quello in polvere è cresciuta benissimo.

Mamma Norma Pacifico

Vuoi condividere la tua storia di madre con altre mamme come te? Scrivici a miriamsocialmom@gmail.com Pubblicheremo il tuo racconto!


Una risposta a "Partorire negli anni ’70, il racconto di mamma Norma."

  1. Ora si partorisce lo stesso come negli anni 70 forse la più grande differenza sta nel fatto che tutto è vissuto in maniera esponenziale!tutto ora è amplificato..dall ‘ ansia del parto, al momento del parto, al post parto e all’ allattamento e…a tutto quello che ne segue!!credo complice l’ età media e…troppa tecnologia!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...