Mamma lascia il cane in macchina sotto il sole, i passanti in rivolta

Una mamma parmense scrive pubblicamente sulla sua bacheca social:“Caro facebook….io sono al pronto soccorso di Parma con mia figlia Fatima…ti spiego il perché!” – Vuole far conoscere quello che ha dovuto passare per aver lasciato il suo cane in macchina per “poco tempo”. Giusto il tempo di comprare le scarpe con i suoi figli.cane sotto il sole.jpg

Alle 10.29 esco di casa con Fatima (13 anni) Karim (12 quasi) mi dirigo verso Pittarello per comprare le scarpe ai ragazzi…decidiamo di portarci il nostro cagnolino (Bella) decidendo però di lasciarla in macchina dopo averla fatta bere…lasciamo i finestrini 3 cm aperti …macchina fresca per l’aria condizionata e scendiamo …obbiettivo scarpe in 30 minuti circa fuori 27 gradi… ore 11.35 esco di corsa perché vedo accanto alla ma macchina …vigili del fuoco …polizia municipale…polizia…e un gruppo di donne (in calore) che urlavano assassini …maledetti…ect… io sono corsa verso l’auto pensando fosse successa una disgrazia…arrivo apro la macchina Bella impaurita mi salta in braccio e le tocco il muso (bagnato) gli occhi lucidi vigili e attenti..lei era felice di vedermi…stava benissimo” – Ecco questa è una cosa che non riesco a capire, perché “porcapaletta” il cellulare è sempre accanto a noi (perfino in bagno) e un animale si deve “decidere” di lasciarlo in macchina? E’ meno importante del cellulare? Non credo perché è un membro della famiglia. Altra cosa, abbiamo parlato anche qui  di quanto sia pericolosissimo lasciare anche un bambino (ma anche un animale) in macchina soprattutto di questi periodi con le temperature molto alte.

Il buon senso vuole CHE NON SI LASCI NESSUNO IN MACCHINA neanche per 5 minuti!

Figuriamoci poi per fare la spesa o fare shopping, sappiamo bene che è impossibile rispettare gli orari perché capita sempre di ricordarsi di prendere quella cosa che ci eravamo dimenticati o fare la fila per aspettare che arrivi il nostro turno per pagare.

e continua:nel frattempo…le donne (di cui mi vergogno di appartenere alla stessa razza) pensavo che se la prendessero solo con me mentre venivo trattenuta dalla polizia come una delinquente ,chiedendomi documenti miei della macchina…etc . l’atteggiamento della vigilessa era alquanto poco professionale… mi giravo di tanto in tanto cercando i mie due figli , vedevo Fatima costretta a rispondere a queste merde..e la polizia i vigili erano spariti…rimaneva l’agente scelto della polizia municipale (donna animalista ) le chiedo di intervenire perché non trovavo il bambino di 12 anni (che non sta bene) e ho chiesto a queste donne di aiutarmi a cercarlo…mi hanno riso in faccia…dicendomi che ero io che me ne dovevo preoccupare...vi lascio immaginare cosa ho risposto...trovo mio figlio nascosto seduto vicino ad uno scaffale…torno fuori in cerca di Fatima è le donnine alcune di Monticelli terme…strattonavano la mia ragazza e gli facevano il video …urlando troia e figlia di puttana… io quando vedo Fatima seduta in macchina e piangeva tenendosi un polso …sono scesa dalla macchina e ho chiesto all’agente che se la rideva confabulando con le “signore” di fare una denuncia contro quello che aveva subito mia figlia…e di chiedere i documento alle donne li presenti…si è rifiutata…invitandomi ad andarmene …” – Ecco questa è una svolta triste della vicenda. La gente accalcata alla macchina che se la prende con i figli della signora prendendola, secondo quello che c’è scritto, a male parole. Il problema è che oramai siamo bombardati dai fatti di cronaca dove tristemente a farne le spese sono sempre i più deboli che non hanno modo di proteggersi, si è cercato di agire con le buone intenzioni cercando di rendersi utili.

La verità è che non ci va bene nulla: se nessuno fa niente non va bene perché tutti pensano solo a se stessi e non c’è il senso di comunità, se qualcuno si muove non va bene perché è esagerato bisognava stare fermi e non chiamare nessuno. A questo punto cosa possiamo fare noi spettatori? Seguiamo il nostro istinto, cercando di tamponare come possiamo un evento che secondo noi può avere risvolti drammatici e lo facciamo con una nostra percettibilità del pericolo. Per questo non riesco a dare torto a chi ha allertato le forze dell’ordine ma a chi non ha avuto a cuore i bambini ed ha buttato su di loro la loro indignazione..

Continua:”e io a quel punto gli ho risposto che non sarei andata via finché lei non prendeva i dati…si è rifiutata…dopo di che gli ho chiesto il suo nome…e gli ho detto che sarei andata a fare denuncia altrove…il suo sguardo era …“Sono intoccabile” bene…sono andata in questura ma Fatima non stava bene e mi è stato consigliato di farla visitare al PS di Parma …dopodiché andrò a fare la denuncia…le scarpe?

no! non le abbiamo prese…ero alla cassa e li sono rimaste…

Io voglio bene al mio cagnolino...non ho mai torto un pelo ad un animale..ma oggi mi trovo ad essere d’accordo con mia sorella: la gente sta impazzendo …e queste orde di pazzi vanno fermati…si preoccupano di un cane che sta bene e inveiscono e aggrediscono due bimbi che non stanno facendo nulla …che non stanno bene? ma sbaglio o qualcosa non Và?

al Pronto soccorso …sono senza parole…questi sono i certificato di attestato di salute sia di Fatima che di Bella..” – Nei certificati si legge lo stato di buona salute di Bella mentre questo è quello di Fatima:

fatima

Mi dispiace enormemente per Fatima, non aveva colpa. Ora sarà decisione della mamma capire come muoversi e dover affrontare questa spiacevole situazione (evitabile), sta di fatto che con 27° sarebbe preferibile non lasciarlo un cane all’interno di un abitacolo sotto al sole e con un piccolo finestrino che consente poca circolazione dell’aria.

QUI E’ POSSIBILE VISIONARE IL VIDEO DELLA MATTINATA dove il titolo scrive “Cane in auto sotto il sole per quasi 2 ore: passanti inferociti” un lasso di tempo doppio rispetto a quanto evidenziato dalla mamma.

E lo RIBADISCO: è una pessima abitudine quella di lasciare il proprio cane in auto, anche solo per sbrigare alcune commissioni. VOI COSA NE PENSATE?


Seguitemi sulla Pagina!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...