Sconti&Pregiudizi bambini educati al ristorante

L’iniziativa dello sconto è dedicata ai “bravi genitori” (chi può dire chi è e chi non lo è?) ammetto che quando l’ho letto mi sono cresciuti due capelli bianchi- all’istante.

Nell‘articolo online – “Genitori con figli educati, sconto assicurato al ristorante di Padova. L’iniziativa di Antonio Ferrari, gestore dell’enoteca di via Umberto I: «Purtroppo non capita spesso»” si parla di 6 bambini di circa 4/6 anni, di quiete, seduti al tavolo, fermi che compilano le tabelline e colorano (non ci credo neanche se li vedo)

«Sono consapevole del fatto che è difficile fare i genitori. Non si può dire sempre di no e crescere i figli a suon di divieti, però quando si sta in mezzo ad altra gente bisogna anche insegnare il rispetto. Per questo ho deciso di fare lo sconto del 5% a chi riesce a tenere buoni i propri figli. Ripeto, è un premio ai genitori bravi».

Il problema di fondo non è l’educazione che manca ma, alcuni si sono dimenticati cosa significa la parola BAMBINO..

Chi sbaglia siamo in primis noi adulti che non riusciamo a comprendere che i bimbi hanno esigenze ben diverse dalle nostre, siamo noi che dobbiamo rispettarli e andare solo in luoghi dove l’accoglienza delle famiglie è gradita. I miei figli, per esempio, sono bimbi rispettosi ma, una volta finito il pasto, hanno bisogno di alzarsi, muoversi “fare qualcosa” e almeno che non uso il sistema (super sconsigliato) Tablet e cellulare è difficile farli stare fermi e immobili come delle statuine.  Dopo un certo numero di ore, si stufano gli adulti…pensate i bambini!

Sono favorevole alle location che, essendo di natura/struttura meno adatte ad ospitare bambini, fanno una scelta a monte di evitare il target. 

Per questo motivo, per non andare incontro a sconti&pregiudizi, è bene verificare che il locale dove volete prenotare sia family, oppure consiglio spassionato: EVITATE..

Conviene pertanto informarsi prima di scegliere un ristorante sulla base delle esigenze vostre e del bambino, dell’età e del temperamento dei piccoli perché ovviamente i servizi e le attività incidono  anche sulla qualità della serata. Di solito un piccolo angolo baby, dei colori (se non li hanno potete portarli da casa), piccoli giochi di società e buona predisposizione da parte del personale fanno la differenza.

Direi che questa di nuova strategia, anche se immagino lanciata con buoni propositi, non ne avevamo bisogno…..non credete?


Segui TSMMama anche su Facbook!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...