Prepariamo l’albero di Natale: facciamo entrare gioia e magia in casa!

CHI DI VOI STA PENSANDO AL NATALE? Un periodo magico, dove c’è tanta gioia nel cuore. E di questi tempi c’è bisogno di tanta, tanta speranza… Naturalmente è anche il momento delle decorazioni, di trasformare casa in un perfetto focolare dall’atmosfera natalizia. IN QUESTO ARTICOLO PARLEREMO DI COME PREPARARE UNO SPLENDIDO ALBERO DI NATALE, con tanti consigli utili e pratici. Decorarlo, lo sappiamo, non è affatto semplice come può sembrare perché bisogna seguire tanti importanti accorgimenti, nonché avere pazienza e tempo da dedicare…del resto è Natale e la cura e l’attesa verso le decorazioni sono parte della festività stessa, specie se realizzate con l’aiuto dei nostri piccoli aiutanti.

L’albero di Natale perfetto? Tutti gli alberi di Natale sono perfetti (Charles N. Barnard)

Lo sapevi? LA CITTA’ CHE HA OSPITATO PRIMO ALBERO DI NATALE: Sembra che l’albero di Natale sia nato a Tallinn, in Estonia nel 1441, quando fu eretto un grande abete nella piazza del Municipio, attorno al quale giovani scapoli, uomini e donne, ballavano insieme alla ricerca dell’anima gemella. L’usanza fu poi ripresa in Germania, dove nel 1570 si racconta di un albero decorato a Brema con mele, noci, datteri e fiori di carte. Fra le città che si dichiarano sedi del primo albero di Natale, c’è anche Riga in Lettonia, dove si trova anche una targa scritta in otto lingue per commemorare l’evento del 1510. 

Libri da regalare a Natale ai nostri bambini

Perché si mettono le luci elettriche: Secondo Wikipedia lo statunitense Edward H. Johnson è il padre dell’albero natalizio come lo conosciamo. Socio del famoso inventore Thomas Edison, Johnson utilizzò per la prima volta delle luci elettriche per addobbare l’albero della propria abitazione nel 1885. Appena dieci anni dopo, nel 1895, anche la Casa Bianca si dotò del proprio albero natalizio addobbato con luci elettriche.

Ci siamo, sta per arrivare il periodo più festoso ed emozionante dell’anno e siamo tutti felici di poterci dedicare al nostro albero natalizio.  Fuori quindi gli scatoloni riposti in cantina o in solaio dopo l’Epifania e iniziamo la preparazione tutto vedrete sarà molto semplice, divertente e persino rilassante!!

Come scegliere l’albero di Natale: Il primo step è la scelta dell’albero, ovviamente. I migliori alberi di Natale sono quelli sintetici, ma realizzati in materiali di qualità, che durino una vita (o quasi) e non siano da buttare l’anno successivo, ricordiamoci che l’albero sarà la tela del nostro capolavoro. A disposizione troverai decine di modelli alberi di natale (innevati, verdi, colorati, mini, super e per tutti i gusti!) ma partiamo dalle dimensioni, prima di addobbare l’albero di Natale, prendiamo bene le misure del soffitto di casa nostra, è sempre meglio non esagerare: Perciò, metro alla mano: iniziamo calcolando le misure del soffitto di casa ed il diametro massimo che ci potrà essere alla base la cima dell’albero di Natale dovrà essere distante dal soffitto di almeno 50 centimetri.

Come deve essere l’albero di Natale: La cosa da tenere in considerazione è il numero dei rami: più rami ci sono, più bello sarà l’albero di Natale. Assicuratevi pertanto che i rami siano tanti, di diverse misure e con molti rametti corti sulla punta.

Aprire i rami dell’albero di Natale: Sembra una sciocchezza ma non lo è, prima di addobbare l’albero di Natale l’apertura dei rami è fondamentale. I rami creano la tela per le tue decorazioni, quindi devono essere sistemati perfettamente. Iniziando con lo strato inferiore di rami e salendo, raddrizza delicatamente ogni punta e sfiatala in diverse direzioni dal ramo per creare un aspetto naturale. Fai un passo indietro dopo aver sistemato ogni strato per assicurarti che tutti i rami si trovino bene insieme e che non ci siano spazi vuoti.

Controlla i rami più vicini al tronco si devono aprire fino ad essere perpendicolari al tronco, quelli esterni vanno sagomati uno a uno dando ai rametti finali una leggera curvatura verso il basso, in modo da ottenere un effetto simile a quelli veri.

GUARDA LO SPECIALE PREPARA LA TUA CASA AL NATALE

Scelta e disposizione delle luci: Un albero è bello quando è illuminato. La caratteristica più importante delle luci di Natale è il colore del filo, (Con quello trasparente non si sbaglia) che dovrà essere più simile possibile a quello dell’albero per mimetizzarsi al meglio possibile. Dal momento che le luci dell’albero di Natale rimangono accese per molte ore, meglio scegliere luci a LED, che consumano molto poco e che non scaldano, diminuendo così il rischio di incidenti domestici.

Le luci andranno disposte intorno all’albero partendo dal tronco (è utile farlo da accese), quindi dovranno percorrere i rami dall’attaccatura fino alla punta più esterna e ritorno, passando al ramo successivo quando il filo sarà di nuovo in prossimità del tronco. Il filo inoltre dovrà essere agganciato in maniera da rimanere aderente ai rami e non “sospeso” tra un ramo e l’altro, finendo per creare una sgradevole “ragnatela” di fili elettrici. In questo modo si darà molta profondità all’albero di Natale, ottenendo un risultato molto armonico.

Secondo un consiglio più o meno condiviso, per ogni metro di altezza dell’albero servono 300 luci. La scelta tra luce calda e luce fredda è totalmente affidata al gusto. Una luce fredda è indicata nel caso si voglia dare un effetto invernale, la luce calda regala invece un vero e proprio ambiente familiare. CLICCA QUI E CALCOLA LE LUCI CHE TI SERVONO

Come addobbare l’Albero di Natale: Ognuno di noi ha il proprio metodo per decorare l’albero di Natale. C’è chi lo preferisce con addobbi sobri o monotematici e chi lo preferisce invece carico di decorazioni. Tra palline di Natale colorate, luci, fiocchi, festoni, dolciumi, piccoli regali impacchettati e chi più ne ha più ne metta, REGOLA N. 1: non disporre mai gli addobbi tutti in fila, né verticale né orizzontale. La loro disposizione dovrà essere omogenea anche se apparentemente casuale, senza lasciare spazi vuoti, poco estetici.

REGOLA N. 2: Le decorazioni simili non vanno mai disposte in linea retta verticale o orizzontale. Al contrario, tutti i vari tipi di addobbi devono apparire disposti in maniera “casuale” sull’intero volume dell’albero.

REGOLA N. 3: Le decorazioni più grandi vanno alla base e quelle più piccole verso la cima non è sempre valida: l’importante è che vengano disposte in maniera armonica. e ALLA FINE grandi o piccoli che siano i vostri addobbi natalizi per l’albero, non limitatevi ad appenderli sulla punta dei rami, ma sfruttate piuttosto tutta la profondità e che, ad albero finito, non si veda più il muro dietro di esso.

Cosa ci può stare sull’albero di Natale: Sull’albero può andare di tutto. Non limitiamoci solo a palline o stelline, ma ci possiamo mettere peluches, fotografie e oggetti di ogni genere. Questo renderà l’albero più personale e originale. E POI “More is more“, ovvero non lesiniamo quando si parla di albero di Natale, ogni tocco in più che daremo all’albero lo renderà più ricco, quindi, sfogo a tutta la nostra creatività. È l’unico momento dell’anno in cui è concesso!

Se ci tenete a seguire le tendenze in fatto di addobbi di Natale, potete dare uno sguardo agli e-commerce specializzati nel settore, che di solito offrono un’intera categoria dedicata al Natale, con decorazioni di tendenza e novità. Vi posso anticipare qualche trend del momento, tra cui le decorazioni in colori scuri e non tipicamente natalizi, come il verde petrolio, il blu notte, il marrone e addirittura il nero. Molto gettonati anche i colori tenui, come il rosa cipria, il verde menta e l’azzurro baby, da abbinare all’argento per un tocco di luminosità. Vi suggerisco, però, di scegliere le decorazioni sempre in base al gusto personale, senza badare troppo alle mode.

GUARDA LO SPECIALE PREPARA LA TUA CASA AL NATALE

Le possibilità di decorazioni sono spesso infinite, l’importante è indovinare uno schema di colori che ben si accosta. Per esempio, oro e rosso è abbinamento perfetto per una casa dal gusto tradizionale e glam. Oppure bianco e rosso, il binomio perfetto per una casa allegra e festosa, o ancora argento e blu, adatto a dare carattere a una casa moderna. Ancora, oro e rosa, Una tendenza nuova e finemente ispirata al gusto shabby, o infine bianco e oro, per uno stile ricercato ma più moderno. NE AVEVO PARLATO ANCHE QUI

In generale, è una buona idea usare una palette di colori limitata (3/4 colori che stiano bene insieme) e variare i materiali per aggiungere texture. Oppure limitarsi a un solo colore in molte sfumature, o ancora un colore solo, in una sola sfumatura (tutto rosso, tutto bianco…), ma allora davvero i materiali devono essere almeno un po’ vari. Esempi di materiali che si possono usare (non tutti insieme ovviamente, direi che ne andrebbero scelti 3/4, come per i colori): vetro trasparente, vetro colorato, vetro mercurizzato, carta e cartoncino, legno, vimini, corda, seta, velluto, cotone, cristallo, argento, metalli vari, ceramica, materiali naturali come pigne, bacche, rami…

Fiori e palline: Oltre alle classiche palline, hai mai pensato di addobbare il tuo albero con i fiori delle Stelle di Natale? Il risultato sarà un tocco originale, che conferirà al tuo soggiorno un’innata vivacità! Facoltativo, aggiungere fiocchi, nastri, bacche, pigne, fiori di carta o di stoffa. 

Quando parliamo di decorazioni, non si intendono solo le palline, ma stelle, pendenti che sembrano stalattiti di ghiaccio, bastoncini canditi, biscotti, campanelle, pom-pom di lana, gocce di cristallo, orsacchiotti, uccellini… in pratica qualunque cosa può diventare una decorazione, purché rimanga all’interno dello stile scelto in partenza.

Aggiungi il puntale. Metterlo prima delle decorazioni potrebbe sembrare strano, ma vedila così: se qualcosa dovesse andare storto, il tuo albero finemente decorato non ne risentirà. Puoi attenerti ad un look classico, usando una stella, che può essere essa stessa tradizionale o moderna, di cristallo, vetro o colorful. Al contempo se vuoi che questo elemento dia l’accento contemporaneo a tutto il tuo albero, puoi osare con materiali e forme del tutto nuove, personali e dirompenti.

La scelta del puntale dipende dal tema e dall’aspetto dell’albero ce ne sono di splendidi antichi, ma sono deliziosi anche quelli in carta o in fibre di paglia.. Ecco qualche opzione popolare:

  • Una stella. Un angelo. Un fiocco. Un grande fiore. Un pout-pourri di foglie e rametti di agrifoglio. Un grande fiocco di neve. Una croce.

Copertura per la base in metallo: si trovano in vendita delle specie di “gonnellini” che come costo partono da pochi euro per arrivare a quelli ultra-lusso in pelliccia ecologica, oppure degli appositi cesti “bucati” sul fondo, ma andranno bene anche un bel pezzo di stoffa o una coperta ben drappeggiata, una tela di iuta legata con della corda come fanno nei vivai per coprire le radici, un secchio di zinco, dei rami oppure un grande cesto di vimini o ancora un vaso di terracotta molto ampio, al naturale o dipinto, a seconda dell’effetto finale che si vuole ottenere.

ULTIMO CONSIGLIO: Addobbare l’albero divertendosi!!!

E voi, care amiche, come vi piace preparare l’albero? Fatemelo sapere e taggatemi in Story su Instagram!! A PRESTO!

Buono Regalo Amazon.it – Digitale – Babbo Natale Express

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...